Abbiamo sempre parlato di computer, cellulari e della storia dell’informatica. Ma non ci siamo mai soffermati sul futuro e sulla nostra generazione. Infatti, l’articolo di oggi riguarda la guerra tra due console ben conosciute dai videogiocatori: PlayStation®5 e Xbox Series X/S. Vedremo quali sono i loro punti di forza e quale conviene in base alle proprie esigenze. Partiamo con la creazione della Sony.


Caratteristiche della PS5

Le due versioni di PS5 e i nuovi controller (digitale a destra).

Partiamo dicendo che la PlayStation 5 è la console più potente e completa della Sony fino ad ora. Monta una SSD ad altissima velocità, riducendo il caricamento dei giochi drasticamente. Con l’avvento del Ray-tracing, la luce dinamica per piattaforme diverse da un computer fisso. Rispetto alla precedente PS4, ora la qualità video è fissa in 4K, per avere la miglior visione di sempre. Inoltre, è stato aumentato il limite di fotogrammi per secondo a 120 FPS con output a 120 Hz. Con l’aggiunta dell’HDR, i colori diventano ancora più vividi e con il supporto 8K la definizione ha raggiunto un ulteriore livello.

E per chi ha la console precedente come fa a recuperare i suoi titoli preferiti? Semplice: molte case di programmazione offrono la possibilità di recuperare i giochi presenti nella vecchia console in forma digitale nella nuova. Si possono scegliere anche due modelli di PS5: quella con la possibilità di leggere i dischi (anche Blu-Ray) e quella senza, puramente online.

Insieme al dispositivo principale, possiamo avere anche molti accessori:

  • Il nuovo controller DualSense™, con effetti grilletto dinamici e feedback aptico. Ha anche un microfono integrato e un tasto “Crea”;
  • Una base per ricaricare due controller alla volta;
  • Cuffie Wireless con doppio microfono ed eliminazione del rumore;
  • Un telecomando per controllare i vari servizi di streaming e altro;
  • Una telecamera HD, che cattura la tua immagine durante sessioni di registrazioni o di gioco. Eventualmente, se si possiede già la webcam della PS4, si può sempre prendere un adattatore per la nuova generazione.
Tutti gli accessori per PS5

Interfaccia ed esclusive PlayStation®

Con una nuova console abbiamo di conseguenza nuove esclusive e titoli. Dopo due anni, circa, uscirà fra poco un nuovo capitolo di Spider-Man, con protagonista Miles Morales (personaggio principale di Spider-Man: Into the Spider-Verse). Una novità è Horizon Forbidden West, sequel di Zero Dawn. Finalmente tornano anche Ratchet e Clank per farci riassaporare la nostra infanzia, con Ratchet & Clank: Rift Apart. E, per gli amanti della velocità, il nuovo Gran Turismo 7. Altri giochi in esclusiva sono Returnal, Sackboy: A Big Adventure, il remake di Demon’s Souls e Destruction AllStars.

Ma la vera attrazione sta nella nuova ed innovativa interfaccia di PS5.

Un video esplicativo di come funziona la nuova interfaccia

È molto semplice e intuitiva, con una pagina principale simile a quella di PS4 e con un design rinnovato e futuristico. La schermata iniziale può presentare la raccolta dei giochi e applicazioni o il livello o titolo in cui vi siete fermati. Inoltre, vi offre una panoramica completa dei trofei guadagnati e della percentuale di completamento delle vostre storie.


I difetti della nuova PlayStation®

Ovviamente, per ogni punto positivo ce ne sono altrettanti negativi. Partiamo dal prezzo non troppo modesto di 499€. Potrebbe essere solo un mio parere, ma per la qualità che offre è leggermente troppo: sarebbero bastati 50€ in meno per renderlo perfetto. I controller, secondo me, non sono una grande novità: va bene che i grilletti rispondono ai movimenti in gioco, ma sarebbe stato interessante un utilizzo particolare del pannello frontale. Infatti, in molti video fatti da utenti, si pensava che potesse servire come un minischermo per i progressi o per altri piccoli dettagli.

Nel complesso, però, la PlayStation5 offre un appoggio solido per il gaming e ad un costo abbastanza abbordabile per chi non vuole spendere migliaia di euro per un PC.

Ora passiamo alla concorrente di casa Microsoft.


La Xbox Series X e i suoi pregi

Come prestazioni l’Xbox Series X si avvicina molto alla sua rivale: tempi di caricamento ridotti, 120 FPS, supporto per 8K ed esperienza pase di gioco in 4K. All’interno della console abbiamo un chip (SOC) in grado di generare 12 teraflop di potenza, aumentando la definizione generale di molto. Insieme a questo, lavora anche il sistema Xbox Velocity Architecture, che unito all’SSD da 1 TB, offre una velocità mostruosa.

Il loro controller non mette in risalto alcuna feature nuova, mettendo a disposizione solo una presa migliore sui grilletti e l’estensione a 360° dei tasti direzionali.

Per quanto riguarda i nuovi titoli ed esclusive, sono personalmente interessato. Partiamo con Scorn, un survival horror in uscita ad inizio 2021, che porta questo genere al livello successivo. I creatori si sono ispirati alle opere di H. R. Giger (il creatore dello xenomorfo di Alien) e di Zdzisław Beksiński, anche noto come il pittore maledetto, per creare un paesaggio macabro e ripugnante. In seguito abbiamo The Medium, un altro gioco che rientra nel gruppo precedente, dove prenderete controllo di un medium che vive in due mondi diversi. Ritorna anche Halo, con Infinite, considerato il più ambizioso dell’intera serie.

Vi voglio mettere il trailer di Scorn come consigliato. Non adatto a persone impressionabili e ai deboli di stomaco.

Lo so, non sono tante le esclusive, ma la qualità è sempre meglio della quantità, non trovate?

Xbox Series X (a sinistra) e Series S (a destra).

La nuova interfaccia e la versione S

Prime immagini dell’interfaccia della nuova Xbox

Sebbene la Microsoft si sia rinnovata, trovo che la loro interfaccia sia un po’ confusionaria. Il menù principale è interessante, ma non offre niente di nuovo a livello funzionale e troppo simile ad un sistema Windows per console per l’estetica.

Ora passiamo alla seconda versione di Xbox, la Series S. È una delle console più piccole di queste due generazioni ed ha le stesse prestazioni della sua “sorella” maggiore. Manca il lettore ottico per dischi, quindi è puramente digitale, e ha 500 GB in meno della versione X. Questo, però, non è un problema, dato che la sua memoria può espandersi grazie a delle espansioni Seagate da 1TB, disponibili anche per il modello base.


I problemi delle due versioni e il confronto con la Sony

Ovviamente, anche l’Xbox ha i suoi lati negativi. Anche se è estremamente veloce, non risulta intuitiva e malleabile come la console della Sony, soprattutto se valutiamo le loro interfacce. Non sarebbe un problema avere poche esclusive al lancio, se non fosse che negli anni ne vengono rilasciate pochissime e non si può solo contare sulle prestazioni nude e crude. Inoltre, il prezzo della X è identico a quello della PS5, che considero ancora più alto per quello che offre la creazione della Microsoft.

Però una buona notizia c’è: si può rinunciare ai dischi per avere la versione S, che costa solo 299€, rispetto ai 399€ della digital edition della PlayStation. Stiamo sempre parlando di 100€ in più!

Quindi, in base alle vostre esigenze, se per voi il budget è alto e vi interessano storie interessanti ed esclusive di alto livello consiglio la PS5 base. Se invece preferite una console per giocare ai vostri titoli preferiti senza rinunciare ai classici cofanetti, allora fate un pensierino sulla Series X. Per quanto riguarda le digitali, qua dipende dal vostro budget, anche se consiglio di andare sempre verso la Series S.


Fonti

https://www.xbox.com/it-IT/consoles/xbox-series-x

https://www.xbox.com/it-IT/consoles/xbox-series-s

https://www.playstation.com/it-it/ps5/

Commenti