Poche e semplici parole per descrivere una grandiosa evoluzione. Come già detto giovedì dal mio collega il web non è nato come lo vediamo e lo usiamo adesso. C’era poco “design”, poca interazione tra creatore e fruitore e tra l’utente e il popolo. Grazie però a delle evoluzioni che ci sono state nell’arco degli anni, oggi o meglio dal 2005 in poi lo si può chiamare web 2.0.

Storia e descrizione

Nel 2005 infatti viene coniato il termine “web 2.0” o “Nuovo Web”. Le differenze sono sostanziali e importanti. Almeno per l’uso che fa l’utente comune su internet.

Chiedete a qualcuno che aveva una connessione ad internet negli anni ‘90 e capirete perchè l’evoluzione è stata importante. Innanzitutto dal rumore. Infatti molti non lo sanno ma i primi modem non sfruttavano la ormai vecchia tecnologia ADSL ma avevano la dial-up. Non mi metterò a perdere tempo a spiegare cos’è. Mi limiterò a linkarvi il video di ciò che si sentiva quando ci si collegava al modem

Vi sembrerà un qualcosa di “alieno” ma la spiegazione è molto semplice. I computer funzionano da sempre leggendo in continuazione solo 2 numeri: 0 e 1. Dove 0 sta per spento e 1 sta per acceso. Ogni lettera, video, immagine, musica e quant’altro è un’unione di 0 e 1 messi in un ordine particolare di cui solo un particolare programma può aprire.

Il rumore che fa questo modem quindi si tratta di 0 e 1. Ogni volta che c’è un rumore il tutto equivale a 1 quando non c’è il rumore equivale a 0. Il problema è che per quanto il suono potesse essere veloce non lo era abbastanza per non farlo sentire all’uomo. Infatti anche se il rumore sembra sempre continuo, non lo è, invece adesso grazie all’invenzione dell’ADSL e poi della FIBRA OTTICA è così veloce che l’orecchio umano non riesce a sentirlo.

L’evoluzione negli anni della rete, ha permesso nuove funzionalità nel mondo di internet. Infatti all’inizio il problema non era solo “come” creare la rete, ma cosa ci si poteva fare. Data la scarsa velocità molte cose erano proprio impossibili da fare, a volte per caricare una pagina internet il computer impiegava più di 5-10 minuti che al giorno d’oggi sembrano un’eternità. Addirittura era quasi impossibile vedere foto, video o musica su internet. Perchè si impiegavano ore per poterli caricare.

I cambiamenti del web 2.0

Nasce così nel 2004 il Web 2.0, fortunatamente si basa sulla stessa rete, quindi non c’è stato il bisogno di cambiare l’intera grande infrastruttura che era stata creata solo pochi anni prima, ma hanno dovuto appunto renderla più veloce.

Con il web 2.0 tutto cambia, internet non è più una pagina statica, cioè un sito internet dove non puoi fare nulla oltre che leggere, ciò che gli altri hanno scritto, ma adesso c’è interazione tra creatore e utente. Infatti prima non c’era possibilità di inserire commenti, di scrivere un post in un blog (tranne se non sapevi programmare), non c’era la chat e addirittura non esisteva la tecnologia wiki (quella che utilizza Wikipedia). Questo provocava problemi a tutti, il creatore non poteva scoprire eventuali errori, e se li scopriva modificarli era abbastanza complicato. Tutti quelli che scrivevano online erano programmatori perchè dovevi saperci fare. Altrimenti non riuscivi a scrivere online. Il web 2.0 rimuove questi problemi, infatti da quel momento oltre l’e-mail che già esisteva iniziano ad esserci modi per contattare l’autore.

Nascono nuovi servizi come WordPress che permettono la scrittura a tutti, anche a chi non è un informatico ma ne deve capire anche un minimo, così i giornali si spostano sul web e nascono i primi blogger. Inoltre nasce Youtube con la possibilità di fruire e vedere video. Nasce inoltre la possibilità di fare acquisti online. Nascono i feed (tecnologia ancora usata da Marco Montemagno) e altre tecnologie che migliorano l’utilizzo di internet, infatti adesso il creatore non deve più cercare di far rimanere “attaccato” sul sito il fruitore, ma deve cercare di farlo pubblicizzare di più, con la possibilità di essere visto anche all’esterno del sito e di raggiungere quindi numeri più grandi.

Google addirittura lancia la suite editor e Microsoft lancia la possibilità di usare Office 365. Così si possono usare online i programmi di prima necessità come Word ed Excel.

Web 3.0

Il tutto non era abbastanza così dal 2007 in poi nasce il web 3.0 grazie ad un ulteriore miglioramento della rete, adesso non solo è possibile contattare il creatore, ma è possibile parlarci in prima persona con la nascita dei social come Twitter, Facebook e successivamente anche Instagram. Tutti abbiamo la possibilità di connetterci con tutti in meno di un secondo, così contattare creatore, fruitore e persone famose non diventa più un’ostacolo insormontabile. Persino amici e parenti che si erano allontanati dal proprio paese. Il mondo si unisce quasi tutto.

Inolte il web 3.0 utilizza l’intelligenza artificiale che permette di scoprire in anticipo quali potrebbero essere le persone che ti potrebbero interessare, la musica che ti potrebbe piacere, e perfino la pubblicità che ti deve mandare. Il tutto ancora in continuo evoluzione.

Conclusione

Insomma internet è migliorato tanto e continua a farlo davanti i nostri occhi. La grafica dei siti internet è sempre più gradevole, la visione dei contenuti migliora la qualità ogni giorno, ci apre un milione di opportunità. Come quella di poter esprimere il nostro pensiero praticamente a tutti, in un modo in cui tutti possono leggere e commentare ciò che dici.

Questo ci ha però portato ad avere Fake News derivate dal fatto che si guadagna dal numero di click. Ci ha portato persone che non leggono gli articoli ma solo i titoli, così si tende a fare titoli provocatori per fare cliccare. Ci ha portato ad aumentare il numero di notifiche con la speranza che le persone cliccano, perchè più si clicca più si guadagna. Insomma è giusto fornire internet a tutti? Anche a chi non sa come funziona?

Ogni giorno le persone ricevono fregature, problemi perchè internet è un posto meraviglioso, ma come ogni cosa può essere gestita male e bene. Bisogna far conoscere il funzionamento. Per questo io e il mio collega abbiamo iniziato a fare questi articoli. Con la speranza di far conoscere pian piano questo mondo a tutti, scrivendo in modo semplice e comprensibile. Prendendo spunto da Wikipedia, dai film, dai libri, e da tutto ciò che spiega questo mondo e rendendolo più semplice. Chissà se riusciremo nel nostro intendo.

Fonti

https://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0

https://it.wikipedia.org/wiki/Web_statico

https://it.wikipedia.org/wiki/Web_3.0

Commenti